La cittadinanza globale

Nuove utopie e biodiversità culturale per una società nuova*

La cittadinanza globaleQuesto libro nasce da quella che può a ragione essere definita un’utopia: l’idea che l’era globale attuale, oltre ad essere un’epoca di timori, chiusure e incertezze, sia anche un’occasione unica nella storia umana di formare un nuovo tipo di società. La creazione di un mondo unico che agisce come una rete collegata a nodi e con interscambi continui che vanno ben oltre la dimensione economica, avrebbe determinato due nuove condizioni della storia umana, già presenti nel passato, ma mai giunti al livello odierno. Questo avviene nonostante il fatto che la globalizzazione come la conosciamo oggi sia una forma soprattutto economica di rete globale, e che tale rete sia stata indirizzata da grandi operatori economici e da governi influenzati dalle élite finanziarie a perseguire con caparbia una libertà di merci e una libertà incontrollata dei mercati, e contemporaneamente abbia ostacolato la libertà di persone e idee. Quest’ultimo tipo di libertà, infatti, non conduce ad un immediato profitto per i grandi operatori economici che sostengono questo tipo di globalizzazione, ma anzi lo mette in pericolo. Malgrado ciò, le potenzialità di questa epoca permangono. Continua a leggere “La cittadinanza globale”

La metafisica del gatto

Invito alla lettura di Wisława Szymborska

szCome aspirante polonista e slavista, avevo guardato sempre con un certo sospetto e pregiudizio l’opera di Wisława Szymborska. Il pregiudizio mi derivava dal fatto che se la poesia è – sfortunatamente – un fenomeno di nicchia, l’incredibile successo editoriale e mediatico dell’opera della Szymborska non poteva che essere un fenomeno di massa, e quindi di qualità discutibile. Ma di pregiudizio si trattava, come ho capito accostandomi all’opera della poetessa polacca, premio Nobel per la letteratura. Succede quindi che per motivi di studio (un corso monografico all’Università di Bologna), mi trovo costretto ad avvicinarmi all’opera della Szymborsa, in lettura diretta e approcciandomi alla critica sulla sua opera. Come si sarà capito dall’introduzione apologetica, ho dovuto ricredermi sul valore della poesia della Szymborska. Continua a leggere “La metafisica del gatto”